Ficus Petersii: Tutto quello che c’è da sapere

Il Ficus Petersii, noto anche come fico dell’alloro indiano, è una specie di fico originaria dell’India. È un albero di grandi dimensioni che può raggiungere i 60 metri di altezza. Il Ficus Petersii ha un’ampia chioma e produce frutti commestibili. È molto apprezzato nella progettazione del paesaggio e sta diventando sempre più popolare anche nell’orticoltura. In questo post vi forniremo tutte le informazioni necessarie sul Ficus Petersii!

Ficus petersii bonsai

Specifiche della pianta

Origini: Il Ficus Petersii è una specie di fico originaria dell’Africa tropicale e dell’Arabia. L’epiteto specifico, petersii, è in onore del botanico tedesco Wilhelm Peters (1815-1883).

Riferimenti botanici: Il Ficus Petersii è comunemente conosciuto anche come fico comune, fico indiano o fico africano. Appartiene alla famiglia delle Moraceae ed è un membro del genere Ficus.

Areale di distribuzione: Il Ficus Petersii si trova in Africa tropicale e in Arabia.

Habitat: Il Ficus Petersii cresce nelle foreste umide ad altitudini comprese tra il livello del mare e i 4900 piedi.

Foglie: Le foglie del Ficus Petersii sono semplici e alterne, con margini interi. Sono di colore verde scuro e hanno una consistenza coriacea. Le foglie sono lunghe 7,8-15,7 cm e larghe 4,7-9,8 cm.

Fiori: I fiori del Ficus Petersii sono piccoli e poco appariscenti. Sono portati su brevi steli che nascono dalle ascelle delle foglie.

Frutti: Il frutto del Ficus Petersii è una piccola drupa carnosa lunga 0,39-0,47 cm e larga 0,24-0,31 cm. Il frutto è verde quando è acerbo e diventa giallo o arancione quando è maturo.

Cura del bonsai Ficus Petersii

Questo albero è spesso usato come pianta bonsai perché può essere facilmente addestrato e modellato. La cura dei bonsai per questa specie comprende potature e annaffiature regolari. Anche le radici devono essere tenute curate per evitare che si leghino al vaso.

  • Istruzioni per la cura: I bonsai Ficus peterisii devono essere annaffiati regolarmente, ma devono lasciare che il terreno si asciughi tra un’annaffiatura e l’altra. Devono essere concimati mensilmente durante la stagione di crescita con un fertilizzante bilanciato. Potare regolarmente per mantenere forma e dimensioni. Rinvasare ogni due o tre anni in primavera, utilizzando un terriccio ben drenante.
  • Potatura: I bonsai Ficus peterisii devono essere potati regolarmente per mantenere forma e dimensioni. Potare la nuova crescita a due o tre foglie dopo che ha raggiunto i 15 centimetri. È anche possibile potare i rami più vecchi per incoraggiare la nuova crescita.
  • Irrigazione: Innaffiate il vostro bonsai Ficus peterisii regolarmente, ma lasciate che il terreno si asciughi tra un’annaffiatura e l’altra. Innaffiate all’inizio della giornata, in modo che le foglie abbiano il tempo di asciugarsi prima della notte.
  • Concimazione: Concimare il bonsai Ficus peterisii mensilmente durante la stagione di crescita con un fertilizzante bilanciato. Usate la metà della quantità di fertilizzante raccomandata per le altre piante, poiché il bonsai è piantato in vasi piccoli e non tollera livelli elevati di fertilizzante.
  • Rinvaso: Rinvasare il bonsai Ficus peterisii ogni due o tre anni, in primavera, prima che inizi la nuova crescita. Utilizzate un terriccio ben drenante e un vaso di una sola misura più grande di quello attuale.