Ficus Abidjan: consigli per la cura, la riproduzione e il trapianto

Tra i rappresentanti del gelso Ficus elastica Abidjan si è distinto per la sua capacità di esistenza decorativa senza pretese. La sua varietà Ficus Abidjan è diventata il fiore all’occhiello della floricoltura domestica. Oltre al fatto che questa pianta ha un aspetto semplicemente stupefacente: grandi foglie ovali e larghe di colore verde scuro lunghe fino a 25 cm e larghe fino a 18 cm, per cui non ha ancora bisogno di cure riverenti – è una vera scoperta per chi vuole iniziare a coltivare fiori in casa. Il Ficus Elastica Abidjan cresce esclusivamente in verticale e non supera il limite di 1,5 m di lunghezza. Tuttavia, esistono copie che a maturità iniziano a ramificare. Nella foto potete vedere questo bellissimo esemplare e assicurarvi che questo ficus può essere una meravigliosa aggiunta alla vostra serra domestica.

Ficus-Elastica-Abidjan
Ficus Abidjan foto

Cura domestica del ficus Abidjan

Per coltivare un Ficus Abidjan sano e forte in casa, non è necessario inventare una bicicletta, basta seguire le raccomandazioni più semplici che vi permetteranno di godere della cura della pianta.

  • Illuminazione: questa varietà di Ficus gradisce una luce luminosa e diffusa, senza raggi diretti del sole.
    Una prolungata permanenza all’ombra può rallentare la crescita della pianta.
  • Temperatura: la temperatura deve essere mantenuta entro i +64,4°F – 75,2°F in estate, +60,8°F – +64,4°F in inverno.
    Umidità dell’aria: Abidjan gradisce frequenti nebulizzazioni, una doccia tiepida una volta al mese (con il terriccio chiuso) e sfregamenti. In inverno è possibile pulire le foglie solo con una spugna bagnata.
  • Annaffiature: per questo ficus l’ideale sarebbe un’annaffiatura moderata quando il terreno è un po’ secco, ad esempio 1-2 volte a settimana in estate, mentre in inverno è auspicabile dimezzare.Non lasciare che il terreno si asciughi, perché può portare alla caduta delle foglie.
    Non lasciare che il terreno si asciughi, perché questo può provocare la caduta delle foglie.
  • Trapianto: Le piante giovani richiedono un trapianto annuale, quelle adulte solo se il vaso è diventato stretto. Al momento del trapianto è necessario fornire alla pianta un buon strato di drenaggio. Quando il ficus compare nel nuovo terreno, inizia a crescere intensamente.
  • Alimentazione: L’alimentazione si effettua durante il periodo di crescita attiva, cioè dalla primavera all’autunno. A questo scopo vanno bene i fertilizzanti liquidi, che possono essere alternati: organici/minerali.
  • Riproduzione: L’Abidjan si moltiplica in due modi: Trafila (con un coltello affilato si taglia il fusto apicale, si toglie il succo lattiginoso dal taglio e si fa radicare il taglio stesso in acqua o direttamente nel terreno) e per via aerea (si taglia un terzo del tronco, si inserisce nel taglio un pezzo di vetro o della sabbia grossolana, in modo che non si fondano, poi si ricopre con muschio, polietilene e si fissa. Con la comparsa delle radici, il fusto viene tagliato e piantato nel terreno).

Malattie e parassiti

Tra i parassiti che possono causare ansia da tempo conosciamo lo scudo, il ragnetto e il millepiedi. A causa delle prime foglie inizia ad appassire, a ricoprirsi di macchie scure e a cadere. Per sbarazzarsi dello scudetto, è necessario strofinare le foglie con acqua e sapone e spruzzarle con una soluzione attinica. Se l’umidità della stanza diminuisce e l’aria diventa più secca, si verifica la comparsa del ragnetto. Per dire addio al ragnetto è necessario pulire le foglie con acqua e sapone. Se volete evitare questo parassita, spruzzate più spesso Abidjan con acqua pulita a temperatura ambiente. Ma per sbarazzarsi dei millepiedi, è necessario trapiantare il ficus in un nuovo terreno sterilizzato e disinfettare il vaso, o addirittura sostituirlo con un altro.